Dopo Svizzera e Liechtenstein anche il Principato di Monaco firma accordi con l'Italia per lo scambio di informazioni bancarie. Continua pertanto la lotta all'evasione fiscale transnazionale.