Sembra che molti investitori stranieri siano in attesa del referendum del 23 giugno nella speranza che un eventuale voto di uscita dall'Unione Europea faccia crollare la sterlina. Questo potrebbe creare un mercato immobiliare estremamente conveniente per chi acquista con valute estere. Forse non era un effetto collaterale previsto per coloro  favorevoli all' uscita che avrebbero voluto scoraggiare gli investimenti immobiliari stranieri (ed in particolare europei) nel Regno Unito.