Molti landlords e una gran parte degli agenti immobiliari sono ancora beatamente ignari delle riforme normative che negli ultimi anni hanno interessato il potere del Landlord di riacquisire il possesso dei propri immobili usando le notifiche di sfratto di cui alla Section 21.

Un sondaggio svolto su 300 agenti immobiliari professionisti ha segnalato che il 10% degli stessi non e'  a conoscenza della necessità di fornire una “adeguata risposta” ad una  richiesta di riparazioni / manutenzione dell’inquilino. Considerato tale grado di ignoranza dei professionisti, è sicuro che tali numeri siano nettamente superiori tra i Landlord che autogestiscono le loro proprietà.

La Section 21 relativa al procedimento di sfratto per AST in Inghilterra e Scozia è una eccezionale concessione per i Landlords : permette, infatti, lo sfratto dell’inquilino non per sua colpa (quindi senza una giusta causa).

Dato che una minoranza dei Landlords ha abusato di questa concessione, sfrattando gli inquilini a seguito di una loro sincera richiesta di manutenzione dell'immobile dato in affitto  (retaliatory or revenge evictions), la normativa in merito é cambiata.

Per qualsiasi contratto di locazione successivo al 1 Ottobre 2015 (incluso):

  • Deve essere rilasciato all’inquilino un valido EPC
  • Deve essere rilasciato all’inquilino un Certificato di sicurezza del Gas, se il gas è presente nell’appartamento
  • Deve essere fornita all’inquilino una versione del “How to Rent Guide”, attuale al momento dell’inizio del contratto di locazione
  • Informazioni relative al deposito e allo scheme usato per trattenerlo.

Inoltre, secondo la nuova normativa di “retaliatory eviction”, se l'inquilino fa notifica scritta di necessitá di riparazioni, il proprietario deve rispondere – in maniera adeguata – entro 14 giorni. In mancanza non si potrá procedere con la notifica di sfratto secondo la Section 21.